Ruba in un bar e i Carabinieri lo prendo in flagranza, arresto per un macedone

Ad ammanettarlo i Militari dell’Arma della Compagnia di Città della Pieve

Ruba in un bar e i Carabinieri lo prendo in flagranza, arresto per un macedone

Ruba in un bar e i Carabinieri lo prendo in flagranza, arresto per un macedone MAGIONE – Nell’ambito di una serie di servizi coordinati dal Comando Provinciale di Perugia, finalizzati ad intensificare il contrasto e la repressione dei reati di tipo predatorio, nella nottata di oggi 27 marzo 2017, durante uno specifico servizio di controllo del territorio rivolto proprio alla prevenzione dei reati in genere ed in particolare quelli contro il patrimonio, a Magione, Loc Bacanella, i Carabinieri del Radiomobile del N.O.RM. della Compagnia di Città della Pieve, insieme ai colleghi della Stazione di Piegaro hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di furto in un bar, un quarantenne macedone, residente Perugia, disoccupato.

BAR PLAY PIG I militari, che sono intervenuti a seguito di una segnalazione telefonica per un furto “in atto” all’interno del  “bar play pig” , hanno sorpreso il malvivente ed il suo complice che, dopo aver tagliato la recinzione esterna in rete metallica, danneggiato il sistema di allarme e divelto la finestra del bagno del locale, erano intenti a portare a compimento il loro intento criminoso.  I due si sono subito accorti dell’arrivo dei militari e si sono dati alla fuga a bordo di una Renault  di colore bianco.

I Carabinieri si sono subito posto all’inseguimento e  i due fuggitivi, per eludere il controllo, hanno provato a speronare l’ autovettura che cercava di fermarli, senza però riuscirvi.

INTERCETTATO La macchina veniva quindi costretta a fermare la sua corsa e il conducente veniva bloccato e portato presso gli uffici della caserma di Città della Pieve; il quarantenne, al termine di approfonditi accertamenti, è  risultato gravato da numerosi precedenti specifici per reati contro il patrimonio e non ha voluto rivelare l’identità del complice, limitandosi a dire che era solo “un conoscente” ,

L’ arrestato, una volta terminate tutte le procedure, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Compagnia di Città della Pieve. A seguito di  rito direttissimo, tenutosi nella giornata odierna, nei confronti del macedone è stato convalidato l’arresto ed è stato sottoposto alla misura cautelare  dell’obbligo di dimora.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*