Furti e atti vandalici, Sindaco Corciano incontra Prefetto Armando Gradone

Furti e atti vandalici, Sindaco Corciano incontra Prefetto Gradone

Furti e atti vandalici, Sindaco Corciano incontra Prefetto Gradone

Furti e atti vandalici – Lorenzo Pierotti, Sindaco di Corciano, ha preso l’iniziativa di affrontare direttamente l’aumento dei crimini nel suo territorio. Ha scelto di rivolgersi direttamente alla Prefettura, l’ente responsabile dell’ordine e della sicurezza pubblica. Pierotti ha incontrato il Prefetto Armando Gradone per discutere della recente ondata di furti e atti vandalici, in particolare nella zona nord del territorio, San Mariano ed Ellera.

Nell’ultimo mese, Pierotti ha notato un picco di episodi di spaccate alle auto e atti vandalici in generale. Riconoscendo la gravità di queste situazioni, ha chiesto al Prefetto di prestare particolare attenzione alla realtà di Corciano. In risposta, Gradone ha garantito la massima disponibilità, impegno e collaborazione per sostenere il territorio e prevenire situazioni simili in futuro.

Parallelamente all’azione del Prefetto, il Sindaco ha sottolineato l’impegno della polizia locale nel pattugliamento assiduo delle zone colpite da questi atti. Inoltre, c’è l’intenzione di potenziare il sistema di videosorveglianza del Comune, che può già contare su 90 telecamere collegate direttamente alla stazione della polizia locale.

L’incontro in Prefettura è stato anche l’occasione per discutere su come contrastare episodi di criminalità e microcriminalità in generale. Pierotti ha invitato il Prefetto per una visita istituzionale nel Comune nelle prossime settimane.

In conclusione, Pierotti ha espresso la sua gratitudine a Gradone, descrivendolo come una persona attenta e sempre disponibile ad ascoltare le esigenze del territorio. Ha ringraziato sentitamente Gradone, definendolo un vero amico per Corciano. Questo incontro segna un passo importante verso l’obiettivo di garantire la sicurezza e l’ordine nel territorio di Corciano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*