Salvato un pastore belga Malinois: detenuto in condizioni disumane a Passignano sul Trasimeno

Salvato un pastore belga Malinois: detenuto in condizioni disumane a Passignano sul Trasimeno

Salvato un pastore belga Malinois: detenuto in condizioni disumane a Passignano sul Trasimeno

Un pastore belga Malinois è stato recentemente salvato da una situazione disumana a Passignano sul Trasimeno. I Carabinieri Forestali e i veterinari del servizio Usl Umbria 1 sono intervenuti per difendere l’animale, che era detenuto in condizioni pessime.

Durante un controllo, i militari hanno sentito un cane abbaiare e guaire. Entrando nell’annesso di una abitazione privata, hanno trovato l’animale detenuto al chiuso, senza luce solare e legato ad una catena molto corta, tale da non permettere nemmeno il coricamento. Le misurazioni effettuate hanno rivelato che la catena era di 105 cm di lunghezza e legata alla trave ad un’altezza di 130 cm. Le ciotole erano sporche, senza cibo e prive di acqua.

Le condizioni di salute dell’animale erano precarie, pertanto si è reso necessario l’intervento del veterinario dell’Usl Umbria 1. L’animale è stato quindi sequestrato e trasportato immediatamente presso il canile di Collestrada.

Il proprietario dell’animale è stato deferito alla Procura di Perugia per maltrattamento di animale sottoposto a condizioni incompatibili con la sua natura. Il sequestro è stato convalidato dalla magistratura, sottolineando la gravità della situazione e l’importanza di garantire il benessere degli animali. Questo evento sottolinea l’importanza del rispetto e della cura degli animali, e la necessità di interventi tempestivi quando queste norme non vengono rispettate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*