Castiglione del Lago, a scuola di mandala, si è chiuso il Pon delle Elementari

Castiglione del Lago, a scuola di mandala, si è chiuso il Pon delle Elementari

Castiglione del Lago, a scuola di mandala, si è chiuso il Pon delle Elementari

Sono racchiuse in cinque mandala tutte le emozioni vissute dai bambini che hanno partecipato al Pon estivo “Antichi Sentieri… Nuovi Itinerari”. Vere e proprie opere d’arte che d’ora in poi arricchiranno l’ingresso della scuola Franco Rasetti di Castiglione del Lago.

Il laboratorio artistico sui mandala, condotto dall’esperta Sara Campagna, è stata la degna chiusura di una intera settimana vissuta a luglio da un gruppo di alunni delle scuole elementari castiglionesi. Si è trattato di un progetto PON 2018/2019 promosso dalla Direzione Didattica Franco Rasetti (con la dirigente Stefania De Fazio) e sviluppato in collaborazione con l’associazione Laboratorio del cittadino APS.

Grazie all’intervento delle esperte in materie scientifiche e botanica Mariella Morbidelli (Presidente del Laboratorio del cittadino APS) e Maria Vittoria Resenbleck, e con l’intervento dell’artista della ceramica Alida Mezzetti, responsabile dell’associazione Arte e Sostegno, i giovani ragazzi hanno partecipato ad una serie di esperienze volte a far vivere e toccare da vicino il territorio chi li circonda. Nel corso di questa settimana sono state svolte attività per promuovere, attraverso la conoscenza del Trasimeno e delle sue tradizioni, gli stili di vita sani legati alle nostre antiche radici.

Momenti intensi e significativi sono stati vissuti dai giovani presso l’Hortus Trasimeni, che ha ospitato iniziative finalizzate a sviluppare il senso di appartenenza al proprio territorio e la consapevolezza di interagire positivamente con esso. Attraverso specifici laboratori gli alunni hanno indagato l’ambiente, la vita nel lago e la biodiversità. L’Hortus Trasimeni ha dato poi modo ai giovani di studiare le piante autoctone, le loro caratteristiche e le tecniche di manutenzione. Non è stato trascurato neanche l’aspetto estetico con attività che hanno guidato i partecipanti a riconoscere la bellezza del paesaggio naturale.

La chiusura della settimana, come detto, è stata affidata a Sara Campagna che ha guidato i piccoli nella realizzazione di mandala come mezzi attraverso i quali rielaborare le emozioni e le esperienza vissute nei giorni precedenti. “I materiali artistici adoperati sono stati molteplici e differenti per ogni opera – riferisce Campagna -: dagli acquarelli alle matite colorate; dai pastelli a cera ai colori acrilici e pennarelli con cui i ragazzi hanno trasferito su tela quanto vissuto attraverso le diverse fasi del progetto. E in ultimo i tocchi dell’artista, con sfumature di gessi, petali di fiori di girasole e lavanda e sabbia e corteccia d’eucalipto. Colori, bambini e mandala riescono sempre a creare armonie stupende”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*