Musica Insieme Panicale ultimo atto al teatro Caporali

Corsi di teatro al Caporali, la presentazione a Panicale
Piazza di Panicale

Musica Insieme Panicale ultimo atto al teatro Caporali

Musica Insieme Panicale ultimo atto. Con il concerto “Acrobazie per voce sola”, è calato il sipario mercoledì scorso al Teatro “Cesare Caporali sulla diciottesima edizione del festival musicale diretto da Joachim Steinheuer. A salire sul palco del Caporali è stata la soprano Kornelia Bruggmann, con brani tratti dai repertori di Luciano Berio, Giacinto Scelsi, Nadja Räss, Cathy Berberian.

La sua originale interpretazione ha contemplato anche una prima esecuzione assoluta di “Humbaba” di Martin Schlumpf. Bruggmann, la cantante che canta tutto (dall’opera, alla serata di Lied passando per jazz, jam session, rock, cover, teatro musicale d’improvvisazione, musica elettroacustica, vocale, sperimentale, sacra ecc.), scandaglia il potenziale della voce ben oltre i suoi confini.

Ha studiato con Kathrin Graf e Jane Mengedoht a Zurigo e con Floreana Cavalli a Milano, specializzandosi poi con Roy Hart e Edward Edgerten, l’acrobata americano della composizione per voce solista. Burggmann vive e insegna da vent’anni alla Hochschule der Künste (Conservatorio delle Arti) di Zurigo, nonché, dal 2000, alla scuola di musica di Schaffhausen. Kornelia Bruggmann.

“Musica Insieme Panicale è un festival musicale unico – spiega il sindaco Giulio Cherubini – perché trova il suo punto di forza nella collaborazione tra artisti di fama internazionale innamorati di Panicale e l’Amministrazione comunale che, in un momento di nota difficoltà economica nazionale, garantisce l’immutato impegno nel sostenere le attività culturali di particolare rilievo”.

Questa XVIII edizione è stata sostenuta dalla Fondazione Cassa Risparmio Perugia, oltre che dall’Arts Council Korea. Hanno collaborato le associazioni culturali comunali, in particolare la Pro-loco di Panicale e la Compagnia del Sole.

Musica Insieme Panicale

[mappress mapid=”18″]

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*