Misericordia e Avis a Magione sempre più nel cuore dei giovani

Misericordia e Avis a Magione sempre più nel cuore dei giovani

Misericordia e Avis a Magione sempre più nel cuore dei giovani
Aumentate le donazioni di sangue con un consiglio sempre più attivo

Batte un cuore sempre più giovane tra i volontari della confraternita della Misericordia che ha festeggiato, come da tradizione, il giorno dell’Epifania. Una festa che ogni anno vede la presenza di mezzi delle Misericordie dell’Umbria e della Toscana, della Protezione civile e dei rappresentanti, con i propri gonfaloni, delle associazioni di volontariato sociale del Comune.

Tra i momenti più emozionanti della mattina la testimonianza fatta dai giovanissimi durante la messa celebrata da don Stefano Orsini.

«In questo ultimo anno – spiega il presidente Roberto Dolciami – abbiamo lavorato molto per avvicinare i giovani al volontariato sociale. Tra le diverse esperienze molto significativo la partecipazione al corso di primo soccorso dei ragazzi, dai quindici ai diciotto anni, della frazione di Sant’Arcangelo. Lavoro portato avanti con grande entusiasmo dai volontari della Misericordia di Magione della frazione guidati dal confratello Giuseppe Claretti. Giovani che  durante la Santa Messa  sono stati coinvolti attivamente dalla volontaria Carla Rinaldini.

L’impegno a far capire il valore del volontariato ci ha visti coinvolti anche nel progetto “Volontario a scuola” che stiamo portando avanti con l’istituto onnicomprensivo di Magione». «La presenza di giovani forze – spiega Dolciami – è fondamentale perché, negli anni, la Misericordia ha visto aumentare in maniera esponenziale i propri servizi. La convenzione con l’Usl 1, che verrà firmata anche quest’anno, richiede un notevole impegno e, per tutta la cittadinanza, siamo un punto di riferimento sempre più importante per quello che riguarda le necessità socio-sanitarie. A questo si aggiungono i servizi che ci vedono impegnati come protezione civile.»

Tra le associazioni presenti alla giornata anche Avis Magione il cui consiglio, presieduto da Matteo Giannetti, ha reso noti proprio in questi giorni i risultati delle donazioni per il 2015. Dati positivi prevalentemente in linea con quelli degli ultimi anni testimonianza del grande lavoro che sta svolgendo il consiglio. Organizzazione di donazioni di gruppo, la disponibilità ad accompagnare i nuovi donatori, la realizzazione di app che consentono di conoscere tutto quello che si deve sapere per diventare donatore, sono solo alcune delle iniziative messe in atto a cui si aggiunge quella dell’invito a conoscere le attività dell’Avis, fatta tramite lettera, a tutti i diciottenni.

Misericordia

«Il mondo del volontariato sociale a Magione – commenta il sindaco Giacomo Chiodini intervenuto alla festa della Misericordia – non rappresenta solo un grande valore umano, ma un sostegno diventato fondamentale per la gestione dei servizi socio-assistenziali sempre più difficili da sostenere con i soli fondi pubblici.»

La festa, allietata dalla musica della banda G.Biancalana, ha visto anche la partecipazione del maresciallo della locale dei carabinieri di Magione, Andrea Valli; il luogotenente Salvatore Salaris, vice comandante della compagnia di Città della Pieve; Sandro Costantini, dirigente regionale del servizio di protezione civile; Giorgio Fuso, direttore del distretto socio sanitario di Magione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*