Trafomec: rinnovo delle Rsu, altissima partecipazione al voto e netta vittoria della Fiom Cgil

Foto di Elena Ballarani

Su 88 aventi diritti, 84 lavoratori hanno partecipato al voto per il rinnovo della Rsu alla Trafomec Europe di Tavernelle. Alla Fiom Cgil sono andati 64 voti pari al 76% dei consensi. I delegati più votati sono stati Gianni Mastracchio con 29 preferenze, Alessio del Buono con 21 preferenze e Paolo Montagnolo con 12. I primi due vengono eletti nella nuova Rsu che sarà composta anche da un delegato Fim Cisl.

“Dei 4 lavoratori che non hanno partecipato al voto, tre non erano presenti in stabilimento – sottolinea Cristiano Alunni, segretario provinciale della Fiom Cgil di Perugia – e questo significa che il 99% dei lavoratori di Trafomec ritiene ancora il sindacato lo strumento per rappresentare il proprio diritto al lavoro. Al di là del risultato della Fiom, sicuramente molto importante – conclude Alunni – il dato sulla partecipazione è fondamentale e di grande stimolo per affrontare la delicata fase di rilancio dell’azienda di Tavernelle che deve restare elemento cardine del sistema manifatturiero della Valnestore”.

Martedì 5 maggio la nuova Rsu sarà chiamata subito a confrontarsi con i lavoratori nelle assemblee convocate dai sindacati all’interno della fabbrica. Ma lo stesso giorno è in programma anche un confronto con i lavoratori ex Trafomec che continuano la loro dura battaglia all’esterno dell’azienda. A questo incontro, insieme a Fiom, Fim e Ugl, parteciperanno anche i delegati Trafomec neoeletti.

“La grande partecipazione dei lavoratori e il buon risultato della Fiom testimoniano che nel sindacato ci sono persone per bene, affidabili e credibili – commenta il segretario generale della Cgil di Perugia, Vincenzo Sgalla – e questo è l’aspetto che ci dà maggiori soddisfazioni e ci spinge a proseguire nel nostro impegno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*