Trasimeno per tutti, 250mila euro destinati al turismo accessibile

Trasimeno per tutti, 250mila euro destinati al turismo accessibile

Un contributo a fondo perduto finalizzato a sostenere progetti di investimento da parte delle imprese ricettive e delle imprese di servizi connessi al turismo per lo sviluppo nel comprensorio del Lago Trasimeno di un sistema turistico accessibile ed inclusivo. È quanto prevede l’avviso pubblico (pubblicato sul Buru serie Avvisi e Concorsi n° 52 del 31/10/2023), con scadenza alle ore 12 del 30 novembre 2023, che mette a disposizione 250.000,00 euro. Tali risorse finanziarie saranno gestite da Sviluppumbria Spa per l’implementazione di “Trasimeno per tutti”, progetto realizzato dall’Assessorato al Turismo della Regione Umbria in collaborazione con Sviluppumbria, Anci Umbria e Felcos Umbria, Associazione di Comuni per lo sviluppo sostenibile.

Il contributo a fondo perduto concedibile sarà pari al 90% delle spese ritenute ammissibili (per ciascun beneficiario sarà al massimo di 22.500,00 euro). Saranno ritenuti ammissibili progetti che presentano spese per un importo non inferiore ad 10.000,00 euro, volti a garantire il potenziamento in termini di accessibilità delle strutture alle persone con disabilità, non in termini di mero adeguamento alla normativa vigente.

“Dall’inclusione e dalla accessibilità si misura il grado di civiltà delle istituzioni pubbliche  – sottolinea l’assessore regionale al Turismo, Paola Agabiti – e ciò che oggi viene avviato rappresenta un significativo passo in avanti nel segno di un costante impegno, da parte dell’amministrazione regionale, nel perseguire politiche attive che sappiano incontrare e accogliere i bisogni di tutti coloro che hanno esigenze speciali e specifiche, al fine di affermare  una effettiva parità di diritti e un’uguaglianza in grado di assicurare la partecipazione di ogni individuo alla vita sociale nella quale è, di fatto, soggetto attivo e protagonista. Si tratta – continua Agabiti – di uno strumento capace di creare le basi affinché l’attrattività di un intero comprensorio turistico possa crescere e offrire nuove occasioni di fruizione, oltre a garantire uno sviluppo occupazionale senza precedenti. Il sostegno alle attività ricettive e ai suoi attori – conclude l’assessore Agabiti – si conferma un punto fermo di questa amministrazione, nell’ottica di uno sviluppo turistico che ha incontrato risposte molto positive negli ultimi due anni, posizionando l’Umbria fra le mete più ambite a livello nazionale ed internazionale.

Nel 2030 il 33% della popolazione europea (ed il 15% di quella mondiale) avrà più di 65 anni secondo l’indagine TOP 10 Global Consumer Trends 2020. Un dato che fa riflettere sull’importanza per gli Enti e le imprese di investire nel turismo accessibile e di adeguare le strutture ricettive, culturali e ricreative del territorio. “Per creare sistemi turistici accessibili e inclusivi bisogna investire sulle persone – afferma anche Michela Sciurpa, Amministratore Unico di Sviluppumbria – ed è ciò che Sviluppumbria, su mandato regionale, sta facendo con gli interventi del progetto ‘Trasimeno per Tutti’ per trasferire competenze e conoscenze a chi opera nel territorio del Trasimeno proprio per costruire destinazioni accessibili e rendere effettivo il diritto a viaggiare delle persone con esigenze specifiche”. A partire dalle pubbliche amministrazioni e con il necessario coinvolgimento delle imprese, delle attività commerciali, dei musei e degli uffici turistici, con l’obiettivo di creare una cultura diffusa che sviluppi opportunità economiche innovative e resilienti. “L’avviso pubblicato da Sviluppumbria nel sostenere gli operatori e imprenditori turistici del Trasimeno che decidono di investire nell’adeguare le loro strutture in favore dei turisti con bisogni speciali – conclude Michela Sciurpa – produrrà, inoltre, un significativo valore aggiunto al sistema turistico dell’intera Regione Umbria, favorendone diversificazione, e quindi l’opportunità di poter attingere a un bacino potenziale significativamente più ampio di viaggiatori per gli imprenditori del Trasimeno”.

Tra le spese finanziabili, a titolo di esempio, ci sono quelle per: opere edili, murarie e impiantistiche sulle strutture immobiliari, sulle strutture di servizi funzionali allo svolgimento dell’attività nonché alle aree verdi delle strutture stesse, strettamente funzionali e comunque per un importo non superiore al 10% del totale delle spese ammissibili; per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi nuovi di fabbrica comprese le relative spese di montaggio e allacciamento; per l’acquisto di dotazioni informatiche, hardware, software e relative licenze d’uso, servizi di cloud computing, per il miglioramento e sviluppo di siti web aziendali multilingua e/o per l’e-commerce, potenziamento di piattaforme B2C, e-commerce; per l’acquisto di consulenze specialistiche di natura progettuale o di fattibilità per l’esecuzione degli interventi di cui sopra finalizzati al potenziamento dell’accessibilità delle strutture per un importo non superiore al 10% del totale delle spese ammissibili.

Possono partecipare all’avviso pubblico le Mpmi (micro, piccole e medie imprese) appartenenti alle seguenti categorie: strutture ricettive alberghiere, extralberghiere e all’aria aperta di cui alla L. R. n. 8/2017 – artt. da 15 a 29 e art. 32; imprese di servizi connessi alla filiera del turismo. Devono essere ricomprese nei codici Ateco previsti dall’avviso pubblico e devono avere con sede operativa nei Comuni del comprensorio del Lago Trasimeno: Castiglione del Lago, Città della Pieve, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro del Trasimeno e Magione.

Le domande di ammissione alle agevolazioni potranno essere presentate dai soggetti in possesso dei requisiti fino alle ore 12 del 30 novembre 2023 inviando una mail alla pec: sviluppumbria@legalmail.itPer gli ulteriori dettagli è possibile consultare l’avviso pubblico disponibile nella pagina dedicata agli avvisi pubblici sul sito di Sviluppumbria Spa: https://www.sviluppumbria.it/-/trasimeno-per-tutti-avviso-per-il-sostegno-alle-imprese-turistiche-di-servizi-per-il-turismo-per-il-potenziamento-dell-accessibilita-dei-servizi.

Il progetto “Trasimeno per tutti” è finanziato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ministro per la disabilità (provvedimento di ammissione del Capo dell’Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità del 31 maggio 2022). Ha come obiettivo lo sviluppo di un sistema turistico accessibile ed inclusivo del comprensorio del Lago Trasimeno attraverso un intervento sistemico basato sull’approccio del “turismo per tutti”, coerente con la Convenzione dei diritti delle persone con disabilità e che possa essere apripista e modello anche per altri territori della Regione Umbria. Il progetto intende creare le opportunità per il turismo accessibile e inclusivo per le persone con disabilità, anziane e che hanno esigenze specifiche nell’area dei Comuni del Trasimeno.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*