Da settembre in vigore il nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti urbani

Da settembre in vigore nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti urbani

Da settembre in vigore il nuovo regolamento per la gestione dei rifiuti urbani

È stato approvato dal Consiglio comunale di Castiglione del Lago il nuovo “Regolamento per la Gestione dei Rifiuti Urbani e la Disciplina delle Riciclerie” che entrerà in vigore ufficialmente sabato 11 settembre.

Le principali novità riguardano le modalità e la tempistica proprie del nuovo metodo di raccolta “porta a porta”: il regolamento ne prevede la disciplina sia nel caso di utenze domestiche sia per quelle non domestiche, sia nelle situazioni di singole unità immobiliari che per i condomini, in conformità alle indicazioni della DGR dell’Umbria 34/2016.

«Viene ufficialmente istituito l’Ecosportello – spiega l’Assessore all’Ambiente Fabio Duca – aperto presso il Comune nei giorni di martedì pomeriggio e giovedì mattina. All’Ecosportello è possibile rivolgersi per tutte le specifiche della “raccolta a chiamata”, già avviata per quanto riguarda pannoloni e pannolini, e per quello che riguarda il verde proveniente dagli sfalci privati. Questo servizio di “raccolta a chiamata” sarà a breve esteso anche agli ingombranti, a mobili e arredi, oltre che ai cosiddetti prodotti RAEE tipo televisori, piccoli elettrodomestici, computer, telefoni cellulari e tutti i dispositivi elettrici ed elettronici. Il Regolamento entrerà sabato 11 settembre: fino ad allora il Comune, assieme alla TSA, società che gestisce il servizio, continuerà la propria opera di sensibilizzazione e di comunicazione, continuando ad informare i cittadini nella convinzione che senza la collaborazione attiva degli stessi anche la migliore tecnica di raccolta dei rifiuti poco produrrà».

I dati dei primi quattro mesi di avvio della raccolta porta a porta sono comunque molto rassicuranti sulla sensibilità ambientale e sulla maturità dei castiglionesi: «Dai valori di raccolta della differenziata, per anni stabili attorno al 59% – sottolinea Fabio Duca – si registra un netto incremento con un ottimo 70%, vicino alla soglia fissata dalla Regione Umbria per tutti i propri comuni».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*