Controlli fibre di amianto nelle acque, siamo riusciti nell’intento

 
Chiama o scrivi in redazione


Controlli fibre di amianto nelle acque, siamo riusciti nell’intento

da Augusto Peltristo
Con grande soddisfazione ed orgoglio, dopo due anni di battaglie, siamo riusciti nell’intento di far controllare in modo analitico le condutture alla ricerca di fibre di amianto nelle acque destinate al consumo umano. Il tutto ha prodotto un protocollo d’intesa tra Dipartimento di Prevenzione Usl Umbria 1 e Umbra Acque l’ente gestore. Tale protocollo prevede controlli alla ricerca di fibre di amianto in tutta la Provincia di Perugia con 50 punti di prelievo, i campioni d’acqua prelevati verranno consegnati e analizzati presso il laboratorio del Dipartimento di Prevenzione e saranno resi pubblici .Tutto ciò è molto importante in quanto dei 7.000 km di rete idrica dei 38 comuni gestita da Umbra Acque 350 km circa sono costituiti da cemento amianto, questo comporta un rischio di ingestione e di inalazione, legato a fenomeni di usura, dovute dalle escursioni termiche, smottamenti e dalle continue rotture-riparazioni delle stesse.

Vogliamo ricordare che l’Asbesto è uno dei più potenti agenti cancerogeni conosciuti in medicina che provoca il Mesotelioma ( tumore del mesotelio). E’ vero che l’attuale normativa non prevede un valore limite per fibre di amianto nelle acque destinate al consumo umano e una correlazione causa-effetto, ma questo non vuol dire abbassare la guardia, ma anzi bisogna prevedere ulteriori e serie campagne di monitoraggio e verifiche oltre che un piano per le bonifiche .

“Esistono mesoteliomi pleurici ma anche quelli peritoneali, segno evidente che le fibre di amianto possono superare la barriera intestinale” “.. diversi studi scientifici rivelano una relazione tra esposizione ad amianto e tumori gastrointestinali ma anche trachea, laringe, reni ..“ Centro di ricerca sul cancro Istituto Ramazzini di Bologna. L’acqua potabile non viene usata solo per bere, ma anche in cucina, lavaggio di superfici, quindi ci sono quantità di acqua che evaporano e potenzialmente  producono fibre aereodisperse che possono essere inalate.

Di seguito ripercorriamo in breve le varie tappe di questa vicenda, durata due anni che alla fine ha prodotto quello che chiedevamo , quel  protocollo d’ intesa  che ci permetterà di monitorare l’acqua che entra nelle nostre case.  Abbiamo elaborato più di 30 documenti, tra richieste di informazioni, solleciti e risposte, comunicazioni telefoniche e brevi riunioni. Nel richiedere le informazioni abbiamo interpellato sempre tutte le varie istituzioni ad ogni livello : politiche ( Assessore Sanità e Direttore Generale, Comuni Trasimeno, AURI) , sanitarie ( Dipartimento di Prevenzione Usl 1), gestori ( Umbra Acque) e di controllo ( ARPA e Carabinieri NOE ).

A tale riguardo possiamo asserire che la politica, non ha mai risposto lasciando alle sole figure sanitarie il compito di dare le risposte richieste, a tale proposito vogliamo ringraziare i due Direttori del Dipartimento di Prevenzione Asl 1 Dr. Giorgio Miscetti e Massimo Gigli per la professionalità e disponibilità dimostrata.  La nostra è stata un’azione costante, con il passare del tempo divenuta martellante che ha portato ad un grande risultato per la salute di tanti cittadini umbri. E’ un punto di partenza importante, cercheremo sicuramente dialogo e appoggio con la nuova giunta regionale, comunque ci sono ancora delle questioni da perseguire:

1) è chiaro che tale protocollo andrà esteso anche alla provincia di Terni e quindi procedere con le stesse modalità tra il Dipartimento di Prevenzione Usl2 e i due gestori Valle Umbra Servizi e Sistema Idrico Integrato in modo da controllare analiticamente tutta la nostra regione. Per la verità abbiamo già chiesto all’Usl 2 e ai gestori di adeguarsi , al momento sembrano “sordi”, ma siamo certi che a breve si adegueranno.

2) si deve approntare un piano aggiornato della sostituzione delle condotte in cemento amianto.

3) Chiederemo e insisteremo a tutti i livelli di aggiornare la normativa a livello nazionale sull’amianto, quindi inserire un valore limite per fibre di amianto nelle acque destinate al consumo umano e possibilmente promuovere anche studi epidemiologici in modo da verificare se possa esistere correlazione causa-effetto. Pensiamo che la Salute pubblica debba essere una priorità assoluta da anteporre a qualsiasi altra cosa.


Documenti Prodotti

24/11/19 Interpellanza Situazione Rete Acquedottistica Presentata Comune di Piegaro e  26/11/19 Unione dei Comuni

Richiesto : Km rete acquedottistica totale, Km CA e loro localizzazione, bonifica,intervento degli organi preposti alla salute dei cittadini

26/12/17 Nostro Comunicato Stampa controbattendo ad ogni punto al comunicato di Umbra Acque

16/1/18 Si invia nostro comunicato stampa a Assessore Sanità Arpa Umbra Acque AURI e si chiedono risposte.

17/1/18 ARPA afferma che localizzazione bonifiche e controlli non rientrano nelle loro competenze. Mentre si occupa di analisi chimiche e biologiche

12-13-15/2/18 Dipartimento di Prevenzione di Panicale informa il Dip. di Prev Usl 1. Miscetti fatta verifica sulle attività dei lavoratori e sulle misure preventive, tutte messe in atto ( Dott.Emilio Abbritti) Prev.Sic. Amb.Lavoro

12/4/18  Dip. Prev dichiara” che in futuro verranno programmati controlli analitici in punti significativi delle reti che saranno effettuati da un laboratorio extra regionale”

21/5/18 Interpellanza al comune di Piegaro

Richiesto: Situazione Sanitaria nel Trasimeno Centro di Salute Tavernelle e Panicale, Laboratorio analisi Castiglione del Lago, Pronto Soccorso Città della Pieve, Rete acquedottistica Tubazioni cemento amianto

23/5/18 La medesima interpellanza inviata all’Assessore Barberini , Direttore Usl 1, Direttore Trasimeno, AURI, Arpa e Carabinieri Noe

7/7/18 Nessuna risposta alla interpellanza. Inviato sollecito ai medesimi destinatari

9/7/18 Risposte dal Dip. Prev. Miscetti e Gigli “ Formazione di un gruppo dipartimentale che provvederà ad effettuare campioni di acqua provenienti da condotte ancora in eternit, determinando le fibre di amianto e altri parametri chimici da parte di ARPA. I primi risultati si avranno alla fine del corrente anno”

2/12/18 Nostro Sollecito Inviato ai “soliti” destinatari

Richiesto: Informazioni sul gruppo dipartimentale i dati del Dip. Prev e quelli di ARPA, nessun accenno sulle bonifiche

11/12/18 Risposte Miscetti Gigli “ Dip. di Fisica e Geologia dell’Università degli Studi di Perugia ha redatto il referto relativo ai 10 campioni analitici effettuati dal 28/8 a 5/9 area del Trasimeno. In tutti i campioni è stata riscontrata l’assenza di fibre di amianto. Anche nei dati di ARPA non ci sono anomalie.

26/12/18 Sollecitiamo per avere informazioni riguardo alla precedente del 2/12/18

2/1/19 Dip. Prev. E Umbra Acque ci confermano che i controlli sono avvenuti come da nota del 11/12/18

9/1/19 Nostra nota Richiesto: data e località dei campioni eseguiti, esibizione dati analitici, copia degli atti medesimi,ubicazione dei siti di prelievo, i parametri analizzati da ARPA,piano per le bonifiche

22/1/19 Nostro Sollecito

23/2/19 Nostra nota Sollecito

27/2/19 Dip. Prev. E Umbra Acque ci ( ri ) confermano i controlli avvenuti riproponendo nota del 11/12/18 non aggiungendo altro.

28/2/19 nostra inviata tramite Avvocato Valeria Passeri reiterando l’istanza più volte formulata dando tempistiche brevi di risposta.

16/3/19 Nostra nota Umbra Acque e AURI Richiesto: gli esiti analitici dei controlli effettuati per la ricerca di fibre di amianto negli ultimi 3 anni indicando , data e luogo campionamento, esito analitico, individuazione del laboratorio e metodica eseguita

21/3/19  Nostra Nota a Tutti i destinatari Richiesto: relazione completa sui controlli analitici effettuati nel distretto del Trasimeno, sollecitare Umbra Acque nel fornire un piano per le bonifiche,ricerche effettuate dal Dip. di Prev. Precedentemente, relazione dei parametri chimici rilevati da ARPA estendere i controlli analitici in tutta l’Umbria, modalità di attingi mento diverse.

27/3/19 Risposta Miscetti e Gigli fornendo indicazioni sulle località e punti di prelievo, il laboratorio di analisi Dipartimento di Fisica e Geologia utilizzando il microscopio elettronico a scansione.

21/4/19 Nostro Sollecito ad Umbra Acque e AURI alla nota del 16/3/19

3/5/19 Risposta Umbra Acque che ribadisce che il controllo delle fibre di cemento e amianto NON rientra tra quelli di routine e di verifica e conferma che la struttura di riferimento, unica e titolata a formulare giudizi circa la potabilità dell’acqua è il Dipartimento di Prevenzione

13/5/19 Nostro Comunicato riguardo a monitorare le nostre condutture alla ricerca di fibre di amianto ed estendere i controlli a tutta l’Umbria

11/6/19 Dip. Prev. Scrive ad Umbra Acque richiedendo: Mappatura completa delle condotte idriche di adduzione e distribuzione in cemento e amianto,effettuare la determinazione dell’ indice di aggressività dell’acqua,trasmettere i dati analitici relativi ai monitoraggi effettuati, trasmettere il piano di sostituzione delle condotte e i tempi indicativi.

19/6/19 Nostra nota al Dip. Prev. Usl 1 e Usl2 e Noe Carabinieri

Dopo accordi telefonici con Dr. G. Miscetti e Dr Guglielmo Spernanzoni Usl 2

Chiediamo: documentazione che accertino che i controlli e analisi siano effettuati 2 volte all’anno , estensione dei controlli anche Usl 2 e quindi a tutta la nostra regione, i dati ottenuti alla ricerca di fibre di amianto e gli altri parametri chimici e le relative relazioni sempre consultabili dai cittadini,sensibilizzare e sollecitare i vari gestori al piano per le bonifiche delle tubazioni, modalità e tempistiche di attingimento  diverse

8/8/19 Risposta del Dip. Prev. Usl 2 Dr G. Spernanzoni e Dss. Luisa Valsenti

Non ritengono opportuno controllare analiticamente le condotte alla ricerca di fibre di amianto.

18/8/19 Nostra richiesta ai gestori Umbra Acque VUS e SII, Dip Prev Usl 2 Arpa e Carabinieri Noe e Forestali di fornire : la mappatura completa delle condotte idriche di adduzione e distribuzione in cemento e amianto,effettuare la determinazione dell’ indice di aggressività dell’acqua, trasmettere i dati analitici relativi ai monitoraggi effettuati e il piano di sostituzione delle condotte

17/9/19 Umbra Acque ci scrive affermando che ha fornito tutte le informazioni richieste.

16/12/19 Conferenza Stampa Sistema Idrico Integrato Controlli Analitici sulle tubazioni alla ricerca di fibre di amianto nelle acque destinate al consumo umano. Protocollo d’Intesa e scenari futuri.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*