Dal manoscritto a twitter. Media e messaggi ai giorni nostri. Riflessioni e traiettorie per interpretare il mondo e noi stessi

Tra gli appuntamenti più attesi del venerdì, alle ore 21.30, lo storico e saggista Franco Cardini

 
Chiama o scrivi in redazione


Franco_Cardini_Festival_delle_Corrispondenze

Dal manoscritto a twitter. Media e messaggi ai giorni nostri. Riflessioni e traiettorie per interpretare il mondo e noi stessi – Partita la IX edizione del Festival delle Corrispondenze, in programma a Monte del Lago (Magione) fino al 6 settembre. Un evento promosso e realizzato dal Comune di Magione con il sostegno del GAL Trasimeno-Orvietano.

Come spiega Vanni Ruggeri, Assessore alla Cultura del Comune di Magione: “Con il nostro festival portiamo il dibattito nelle piazza, tra la gente, in sicurezza. Da sempre la nostra idea è stata quella di essere un luogo di riflessione e analisi, ma non in una versione “chiusa” per studiosi e addetti ai lavori. Questo è un salotto contemporaneo che parla a tutti. Lavoriamo ogni anno e costruiamo il programma e gli interventi cercando di fornire strumenti e storie in grado di aiutarci ad interpretare il mondo e noi stessi. In un momento storico in cui la velocità delle comunicazioni e delle nostre interazioni ci impone ritmi serrati e opinioni preconfezionate, pensiamo che momenti aperti e liberi di dibattito siano più che mai necessari. Le location – Piazzetta Sant’Andrea e Villa Aganoor – ci consentono di svolgere tutto in sicurezza e al meglio; inoltre l’intero programma verrà trasmesso in streaming sulle piattaforme social del Festival. L’unico aspetto di cui abbiamo dovuto far a meno è stato quello conviviale, gestito negli anni passati dalla Proloco di Monte del Lago che ci ha comunque fornito un ottimo supporto nell’organizzazione”, conclude l’Assessore.

Tra gli appuntamenti più attesi del venerdì, alle ore 21.30, lo storico e saggista Franco Cardini e la sua lectio magistralis dal titolo 1348/2020. L’annus horribilis tra crisi e rinascita (un appuntamento in collaborazione con il Festival del Medioevo di Gubbio).

Nella stessa giornata alle 16, la Conferenza di apertura della IX edizione del Festival a cui seguirà l’inaugurazione della mostra “Coltivare l’immaginario. L’educazione estetica dell’infanzia dai carteggi di Palazzo Sorbello a Perugia”, in collaborazione con la Fondazione Ranieri di Sorbello. Alle 17.30 la presentazione del libro Lezioni di fantastica. Storia di Gianni Rodari, di e con Vanessa Roghi, un omaggio al centenario della nascita dello scrittore ; alle 18 si prosegue con la tavola rotonda sul tema della comunicazione contemporanea “L’odio corre sulla rete: hate speach, discriminazione e uso dei social” con Raffaella Petrilli, Mario Morcellini, Massimo Arcangeli e Stefano Andreoli, fondatore del blog satirico collettivo Spinoza.it.

Nella Chiesa Sant’Andrea alle 18.30, Epistolario: Adele Costa-Gnocchi scrive a Marianna Antonelli (Edizioni Era Nuova), presenta l’autrice Stefania Rossi Barilozzi insieme a Luigi Paulucci Baroukh – cantante lirico e pronipote di Adele Costa-Gnocchi – e alla Presidente della Regione Umbria Donatella Tesei. Alle 19 in Piazzetta Sant’Andrea, la presentazione del libro Il vento attraversa le nostre anime. Marcel Proust e Reynaldo Hahn. Una storia d’amore e d’amicizia, di e con la giornalista e scrittrice Lorenza Foschini.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, su prenotazione telefonica (o tramite whatsapp) al numero 335 6871130 e si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti covid. Programma completo su: www.festivaldellecorrispondenze.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*