Festival delle Corrispondenze 2021, alcune anticipazioni della decima edizione

 
Chiama o scrivi in redazione


Festival delle Corrispondenze 2021, alcune anticipazioni della decima edizione

Saranno celebrati con un’edizione straordinaria i dieci anni del Festival delle Corrispondenze.

Dal 1° al 5 settembre, con un giorno in più rispetto alle edizioni precedenti, a Monte del Lago di Magione, oltre 20 appuntamenti tutti a ingresso gratuito, tra reading, seminari, tavole rotonde, presentazioni di libri, serate teatrali, lezioni e approfondimenti, per raccontare il mondo attraverso le suggestioni della comunicazione epistolare.

Nato nell’ambito del Premio letterario nazionale Vittoria Aganoor Pompilj, riservato a lettere e carteggi, l’evento si è costruito negli anni una veste unica miscelando in maniera inedita dibattito sull’attualità, analisi storico-sociologica e letteratura attraverso lettere e corrispondenze, diventando un salotto contemporaneo capace di parlare a tutti. Come spiega Vanni Ruggeri, assessore alla cultura del Comune di Magione: “In tutti questi anni abbiamo lavorato cercando di fornire strumenti e storie in grado di aiutarci a interpretare il mondo e noi stessi, costruendo programmi e interventi nella maniera più libera e aperta, con l’obiettivo di stimolare dibattito e contribuire alla decodifica dei piccoli e grandi fenomeni della società in cui viviamo. Il nostro è sempre stato, sin dalla sua prima edizione, un festival coraggioso”.

Quella del 2021 sarà un‘edizione particolare, nata in tempi di spaesamento collettivo e di socialità intermittente, proprio attraverso il “legame” della corrispondenza digitale e analogica, proporrà una serie di dibattiti ed eventi con i protagonisti del nostro tempo.

Tra i temi di questa decima edizione: i meccanismi della comunicazione contemporanea tra viralità via web e teorie del complotto; anniversari importanti come il settecentesimo anniversario dalla morte di Dante Alighieri e i duecento anni dalla morte di Napoleone; il Mediterraneo come spazio aperto di civiltà.

Tra gli ospiti più attesi Paolo Mieli, giornalista e saggista, mercoledì 1° settembre; Federico Buffa, giornalista e telecronista sportivo per la serata del 2; lo scrittore Stefano Massini il 3 settembre, mentre sabato 4 settembre è in programma lo spettacolo sulle lettere delle donne di Dante con Barbara De Rossi, Francesco Bolo Rossini e Massimo Arcangeli. Il 5 settembre gran finale con Moni Ovadia in concerto con Rotte Mediterranee – recital musicale per voce e chitarre, basato sull’intreccio di racconti e canzoni popolari dell’area mediterranea e composizioni originali di Giovanni Seneca.

LEGGI ANCHE – Manca poco al ritorno all’Isola Maggiore del festival ‘Moon in june’ 

Organizzato e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Magione insieme all’Associazione culturale pro Monte del Lago, con il sostegno del GAL Trasimeno-Orvietano e la collaborazione di: Festival del Medioevo di Gubbio, Festival della Scienza e della Filosofia di Foligno, Istituto per la Storia dell’Umbria contemporanea, Green music Festival di Maurizio Mastrini e Associazione Unita, il Festival delle Corrispondenze si svolge, come da tradizione, nello splendido scenario naturale del borgo di Monte del Lago affacciato sul Trasimeno, con la Villa Aganoor, appartenuta alla celebre poetessa, quale location principale, insieme alle vie e alle piazze del paese.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero e si svolgeranno nel pieno rispetto delle vigenti normative anticovid.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*