Corciano, l’inizio del buio, lo spettacolo ispirato all’omonimo romanzo di Walter Veltroni

Corciano, l'inizio del buio, lo spettacolo ispirato all’omonimo romanzo di Walter Veltroni

Corciano, l’inizio del buio, lo spettacolo ispirato all’omonimo romanzo di Walter Veltroni

La Stagione 22/23 del Teatro della Filarmonica di Corciano prosegue giovedì 19 gennaio alle 21 con L’inizio del buio, ispirato all’omonimo romanzo di Walter Veltroni, con l’adattamento teatrale di Sara Valerio e la regia di Peppino Mazzotta; in scena Sara Valerio e Giancarlo Fares.

L’incontro di due storie fortemente radicate nella memoria degli italiani che, caso ha voluto, si sono svolte negli stessi giorni: la vicenda di Alfredino Rampi e quella di Roberto Peci.

Lo spettacolo ripercorre i momenti delle due storie con la volontà di risvegliare la memoria emotiva collettiva e trarre insegnamenti dall’esperienza comune: un’occasione per emozionarsi e riflettere condividendo, essenza primaria del fare teatro. il 10 giugno 1981 Roberto trova pistole puntate, cade in un bagagliaio e non lo vede nessuno. Alfredino trova un buco nel terreno, cade e non lo vede nessuno. Una diretta televisiva di tre giorni che racconta i tentativi si salvare Alfredino e il circo mediatico che genera l’evento. Cinquantaquattro giorni di prigionia documentati da video.

Due innocenti sotto l’occhio della telecamera. Due pubbliche solitudini date in pasto al pubblico. La televisione si trasforma e modifica il linguaggio con cui dialoga con gli italiani chiusi nelle proprie case.

Info e biglietti

È possibile prenotare al Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria 075 57542222, dal lunedì al sabato dalle 17 alle 20.

Acquisto online: www.teatrostabile.umbria.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*