Aliante CVV6 Canguro, raro velivolo, tornerà a nuova vita al Lago Trasimeno [Foto]

Un velivolo storico, insomma, interamente realizzato in legno e tela,

Aliante CVV6 Canguro, raro velivolo, tornerà a nuova vita al Lago Trasimeno [Foto]

Aliante CVV6 Canguro, raro velivolo, tornerà a nuova vita al Lago Trasimeno [Foto]

 È già da qualche settimana custodito a Castiglione del Lago ed è attualmente interessato da lavori di ristrutturazione che gli restituiranno il suo aspetto originale. Si tratta di un raro aliante CVV6 Canguro costruito dai laboratori della SAI Ambrosini di Passignano negli anni Cinquanta e poi utilizzato dall’Aeronautica Militare, al Centro di volo a vela di Roma Urbe, come addestratore per i propri piloti.


Avi News


Un velivolo storico, insomma, interamente realizzato in legno e tela, lungo 8 metri e con un’apertura alare di quasi 20 metri. Fino a un paio di mesi, fa questo modello si trovava al museo di San Pelagio di Padova dove per circa quarant’anni era rimasto appeso alle mura esterne, in un cortile, smontato delle ali. Poi l’intervento di Giancarlo Faltoni e Luca Conti per conto dell’Aero Club Trasimeno, i quali sono riusciti ad acquistarlo e adesso a “riportarlo finalmente a casa”.

“È un’idea che coltivavamo da un bel po’ di tempo e che siamo finalmente riusciti a portare in porto – ha dichiarato Faltoni, vicepresidente dell’Aero Club Trasimeno –. Dobbiamo ringraziare la contessa Avesani e lo staff del castello di San Pelagio per la collaborazione e la disponibilità, l’Amministrazione comunale di Castiglione del Lago per aver condiviso il progetto e l’Aero club Trasimeno per il sostegno e il lavoro di restauro.

Il SAI Ambrosini CVV6 è un importante testimone della storia dell’Aeronautica Militare e del diporto sportivo Italiano, ma anche della storia e delle elevate professionalità industriali espresse dal nostro territorio. Il velivolo si trova ora a Castiglione del Lago in attesa della conclusione del necessario restauro che lo renderà idoneo per poterlo esibire all’interno del Museo del volo dell’aeroporto Eleuteri, in fase di riallestimento e ampliamento dopo che i precedenti locali sono stati usati per trasferirvi alcune classi scolastiche. La sua presenza potrà suscitare visite, citazioni editoriali e varie attenzioni istituzionali che a loro volta potranno tradursi in maggiore valorizzazione culturale e turistica del nostro territorio”.

L’aliante recuperato risulta costruito nel 1953 a Passignano sul Trasimeno dalla SAI Ambrosini con la sigla militare MM100.005 e matricola civile I-AECE; dopo il collaudo all’aeroporto di Castiglione del Lago venne destinato al Centro volo a Vela della Aeronautica Militare dove, incidentato nel 1955, venne radiato e successivamente acquistato come relitto dal Gruppo Volo Velistico di Padova nel 1959; ricomposto e reimmatricolato come I-TRIW, venne utilizzato dai volovelisti e successivamente acquisito dal museo di San Pelagio (PD), dove, per mancanza di spazio, è rimasto per oltre 40 anni appeso e visibile ma smontato nelle sue parti principali.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*