Via del Giuoco a senso unico, la minoranza di Passignano attacca

Il sindaco Pasquali mantenga l’impegno preso e la ripristini a doppio senso di circolazione

Via del Giuoco a senso unico, la minoranza di Passignano attacca

“Il sindaco Sandro Pasquali aveva preso l’impegno in più occasioni di far ripartire dal primo di Settembre la circolazione in Via del Giuoco a Passignano sul Trasimeno a doppio senso di circolazione, cosa che ad oggi non è ancora accaduta, creando molto malcontento tra gran parte della popolazione”.

Sono queste le parole dei consiglieri di minoranza Daniela Bertocci, Eleonora Ballerini, Luigi Sessa e del capogruppo Alessandro Moio che spiegano “Porre Via del Giuoco a senso unico è stato un esperimento dell’amministrazione comunale iniziato nel 2019 e che si è dimostrato un fallimento come avvenuto già anni fa con la Giunta del sindaco Chellini – continuano dai banchi dell’opposizione –. Ha creato malcontento in gran parte della popolazione, soprattutto tra i commercianti della zona senza produrre reali vantaggi alla circolazione. Sia a giugno del 2019 che a giugno del 2020 come minoranza abbiamo presentato mozioni (bocciate dalla maggioranza) a favore della reintroduzione del doppio senso di marcia, nella via nel cuore di Passignano, alla quale hanno fatto seguito anche incontri con la stessa amministrazione comunale e la popolazione che si sono conclusi con l’impegno, al momento non mantenuto, da parte del primo cittadino di Passignano di togliere il senso unico. La sperimentazione che è durata fin troppo – dicono i consiglieri – era stata addirittura prolungata con tre ordinanze, ora il sindaco mantenga l’impegno preso con la cittadinanza e ripristini il doppio senso di marcia anche perché la decisione non ha portato alcun beneficio, anzi come da noi ricordato più volte; ha solo creato grosse difficoltà di viabilità, in particolar modo per i negozi ed uffici della zona”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*