Città della Pieve, torna a risplendere il secondo piano di Palazzo Fargna

 
Chiama o scrivi in redazione


Un intero piano recuperato e riportato al suo antico splendore. Da sabato scorso al secondo piano del settecentesco Palazzo Fargna di Città della Pieve, sede municipale e dimora nella seconda metà dell’Ottocento di Marietta Piccolomini, è stata restituita la piena funzionalità.

Sono giunti a compimento i lavori di ristrutturazione e adeguamento del secondo piano del prestigioso palazzo pievese che si affaccia su Piazza XIX Giugno, così da consentire l‘accorpamento di uffici e servizi comunali, compreso quello dell’Anagrafe, fino a questo momento ubicato a Palazzo Orca.

Alla cerimonia di inaugurazione, oltre all’attuale sindaco Fausto Scricciolo, sono voluti essere presenti anche i precedenti primi cittadini, Riccardo Manganello e Claudio Fallarino, a sottolineare l’importanza dell’evento. Presente anche il consigliere regionale Manlio Mariotti, in rappresentanza dell’assessore regionale alla cultura Fabrizio Bracco, in quanto l’intervento di ristrutturazione è stato finanziato dalla Regione Umbria (PAR FSC 2007-2013 Asse IV).

Partiti il 15 maggio ‘14 e terminati lo scorso 22 gennaio, i lavori, del valore di 211.000 euro, sono consistiti principalmente nel consolidamento delle volte in muratura, nella realizzazione della nuova impiantistica, nella demolizione della pavimentazione e nel suo rifacimento con recupero parziale dell’esistente, nel restauro degli infissi interni e esterni. Un intervento atteso dalla popolazione perché, come sottolineato dal sindaco Scricciolo, oltre ad insistere su un elemento importante dell’architettura cittadina, che in questo modo è stato restituito all’originaria bellezza, ha permesso un’ottimizzazione dei servizi al cittadino.

La ristrutturazione dei locali al piano secondo di Palazzo Fargna ha infatti consentito il trasferimento degli Uffici Ragioneria – Tributi, dell’intera Area Cultura Turismo ed Attività Produttive e dell’Area Amministrativa e del personale. Di conseguenza gli Uffici Anagrafe, collocati a Palazzo Orca, verranno trasferiti al piano terra della Sede Municipale, dove inoltre troverà spazio, grazie allo spostamento dell’area Tributi, lo sportello URP.

“Le opere qui realizzate – ha dichiarato Scricciolo – vanno a vantaggio non solo del personale dipendente che d’ora in poi può lavorare in spazi indubbiamente più belli e decorosi, ma anche degli utenti per i quali si vuole rendere più facile ed agevole la comunicazione con l’Amministrazione comunale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*