Paciano, “Nonna Landa” spegne 102 candeline

Centodue anni fa all’Anagrafe di Paciano fu registrata con il nome di Peppicelli Pasqua, ma per tutti è Landa, l’arzilla signora che lo scorso 4 gennaio ha raggiunto questo ragguardevole traguardo. In molti domenica scorsa si sono raccolti intorno a lei per festeggiare questo “invidiato” compleanno: parenti che per l’occasione si sono spostati anche da luoghi lontani, amiche e amici, autorità locali tra cui il sindaco di Paciano, Riccardo Bardelli. Prima del pranzo Landa è stata accompagnata nel suo “tradizionale” giro in macchina per le strade del Monte Petrarvella, il luogo in cui è vissuta, ha lavorato e cresciuto la sua numerosa famiglia.

Nel corso della festa invece, si è piacevolmente prestata alle foto di rito, con occhi lucidi per l’emozione, ed ha intrattenuto gli ospiti recitando una filastrocca imparata tantissimi anni fa. “Nonna Landa, con i suoi 102 anni portati benissimo – riferisce il primo cittadino – è la persona più ‘grande’ di Paciano, testimone di un mondo che sembra non esserci più, ma scavando nella memoria, in determinate circostanze, lo si può ritrovare ed apprezzarne l’umanità”.

Fino a pochissimi anni fa la si poteva incontrare a piedi per le vie del paese, o sorprendere a giocare a carte con le amiche. Ora le sue abitudini sono cambiate, esce meno di casa, ma ha una memoria di ferro… e, quando gioca a carte, tira fuori tutta la grinta!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*