Paciano, premiato l’articolo del “Washington Post” sulla raccolta delle olive

 
Chiama o scrivi in redazione


Lo scorso anno fece parlare l’uscita di un lungo articolo sul Washington Post che si occupava di Paciano e della raccolta delle olive, dal titolo “Olive Oil in Paciano”. Adesso si apprende che a quell’articolo, firmato da Kieran Mulvaney, è stato assegnato il Premio giornalistico internazionale Raccontami l’Umbria – Stories on Umbria, sezione stampa nazionale ed internazionale.

Il Premio, giunto alla sesta edizione, è promosso dalle Camere di Commercio di Perugia e Terni. La premiazione si svolgerà nell’ambito del Festival Internazionale del Giornalismo a Perugia sabato 18 aprile. Il sindaco di Paciano Riccardo Bardelli esprime “grande soddisfazione per questo riconoscimento. È evidente – dichiara – che la cosiddetta “Italia Minore” ha molto da offrire, soprattutto a chi, come Kieran, si è lasciato immergere nella vita quotidiana.

Spesso noi non ci rendiamo conto di quanto siano preziosi, per chi viene da fuori, gesti ed attività quotidiani. Mi complimento con Kieran per il premio vinto a nome di tutta la comunità”. Mulvaney sarà di nuovo a Paciano nel mese di aprile per partecipare ad un gruppo di lavoro internazionale sul tema della protezione delle balene.

Paciano, come dice anche l’articolo vincitore del premio, è punto di riferimento per vari temi ambientali grazie allo storico collegamento con il mondo dell’ambientalismo, in particolare con il fondatore di Greenpeace International, David Mc Taggart, che ci ha vissuto nell’ultimo decennio della sua vita e a chi è dedicato il Centro Terzo Millennio con sede a Paciano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*