Arezzo, tre arresti per spaccio, furto e detenzione di droga

Magione, arrestato un albanese per rapina a supermercato

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cortona (AR) hanno tratto in arresto una 25enne, originaria della provincia di Perugia, ma residente in Arezzo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Verso le 21.30 del 28 maggio scorso, nell’ambito di servizi preventivi finalizzati al contrasto della diffusione degli stupefacenti, i militari dell’Arma fermavano, a un posto di controllo in via Duca di Foiano della Chiana (AR), la 25enne alla guida della propria autovettura e, a seguito di perquisizione personale e sul mezzo, rinvenivano e sequestravano un sacchetto in plastica contenente 10 grammi di “OPPIO”, un coltello con tracce di stupefacente sulla lama e un bilancino elettronico di precisione. I Carabinieri procedevano quindi alla perquisizione anche presso l’abitazione della donna dove, suddivisi in vari contenitori, venivano rinvenuti complessivamente ulteriori 30 grammi circa di “OPPIO”, una modica quantità di “SPEED”, “MD” e “COCAINA”. Veniva inoltre sequestrata la somma di 180 euro, presumibile provento di spaccio.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Arezzo hanno tratto in arresto un 29enne, residente in Arezzo e una 33enne, residente in Valdichiana, per furto aggravato.

Nella notte del 25-26 maggio scorso i due, dopo aver forzato la porta di accesso di un grande negozio di articoli per il “fai da te”, forzavano due distributori automatici di generi alimentari, da cui asportavano l’incasso, ammontante ad alcune centinaia di euro. I militari dell’Arma, prontamente intervenuti, rintracciavano e bloccavano tempestivamente i due, recuperando anche la refurtiva, che veniva restituita ai legittimi proprietari. I due arrestati venivano ristretti nelle camere di sicurezza della caserma Carabinieri di Arezzo e il giorno successivo, in attesa del procedimento, nei confronti dell’uomo venivano disposti gli arresti domiciliari con l’obbligo del “braccialetto elettronico” , mentre alla donna veniva concessa la libertà provvisoria.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Bibbiena hanno segnalato all’Autorità Amministrativa una 26enne, albanese, residente in Casentino.

Verso le 12.30 del 26 maggio scorso una pattuglia dell’ Aliquota Radiomobile, nell’ambito di un servizio di controllo della circolazione stradale, fermava la donna, che veniva trovata in possesso di una modica quantità di haschisc, sequestrata per il successivo invio al laboratorio di analisi.

Sempre i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Bibbiena hanno segnalato un 21enne del Casentino per uso personale di sostanze stupefacenti.

Il giovane, verso le 18.30 del 27 maggio del 2015, veniva fermato a un posto di controllo effettuato da Carabinieri in Pratovecchio (AR) e trovato in possesso di uno “spinello”,contenente haschisc, anche questo sequestrato.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*