“Calvino Classroom”. L’Istituto di Città della Pieve sempre più 4.0

“Calvino Classroom”. L’Istituto di Città della Pieve sempre più 4.0

“Calvino Classroom”. L’Istituto di Città della Pieve sempre più 4.0

Innovazione digitale e nuovi ambienti di apprendimento per preparare gli studenti alle professioni del futuro

Kit per l’analisi del DNA, lavagne di vetro e-glass, visori 3D per lezioni “immersive”, proiettori olografici e stampanti 3D.
E’ sempre più una scuola 4.0 l’Istituto Calvino di Città della Pieve alle prese con un’importante trasformazione in chiave di innovazione digitale.
L’Istituto superiore pievese, che comprende gli indirizzi scientifico, scienze applicate, linguistico, musicale e professionale per i servizi commerciali, ha infatti avviato il progetto “Calvino Classroom”, nell’ambito del Piano Scuola 4.0 – Azione 1 – Next generation class – Ambienti di apprendimento innovativi.

Parte integrante di questo progetto è la riconfigurazione degli spazi dedicati a specifiche classi, che diventeranno laboratori per una didattica attiva, collaborativa, hands-on, supportata da strumenti adeguati. In queste nuove aule dinamiche e “ibride”, frutto della fusione degli spazi fisici e digitali, verrà potenziato l’uso delle tecnologie avanzate e verranno promosse metodologie di apprendimento innovative.
Tra gli strumenti a disposizione degli studenti ci saranno kit per l’analisi del DNA, spettrofotometri, lavagne di vetro e-glass, visori 3D per fare lezioni “immersive”, proiettori olografici e stampanti 3D, una stazione podcast e un drone. A queste si aggiungeranno aule tematiche, cioè laboratori di approfondimento, a disposizione di tutti i ragazzi dell’Istituto, per potenziare a ampio raggio le competenze disciplinari più strettamente legate alle materie che vi si svolgeranno.

Per renderle maggiormente significative, queste innovazioni saranno supportate da attività formative, sempre finanziate con fondi PNRR, che coinvolgeranno studenti e personale e riguarderanno gli ambiti delle lingue, delle discipline STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) e della transizione della didattica verso ambienti sempre più digitali.
“Attraverso questi nuovi spazi e queste nuove metodologie didattiche – spiegano dall’istituto pievese – si pone l’attenzione sull’apprendimento attivo e collaborativo degli studenti, anche con l’aiuto dei docenti, e si ottengono una maggiore inclusione e migliore personalizzazione della didattica”.

Un altro progetto che riguarderà il Calvino è quello dei “Laboratori Innovativi per la Transizione Ecologica e Digitale”, inserito nell’azione 2 del Piano Scuola 4.0. Quest’ultimo mira a rinnovare e potenziare i laboratori esistenti nell’istituto, in particolare nell’ambito dell’informatica, della musica e delle scienze, per preparare gli studenti alle professioni digitali del futuro.

Nel plesso centrale, ad esempio, il laboratorio di scienze verrà rinnovato e potenziato con l’introduzione di dotazioni informatiche utili per gli esercizi, l’elaborazione dati e la simulazione in team working. Nel plesso del Musicale verrà realizzata un’aula per il Laboratorio di tecnologie per la formazione professionalizzante di tecnico del suono e addetto alla registrazione, produzione, post-produzione e broadcasting del suono e saranno acquistati anche strumenti come tastiera con pentagramma in rilievo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*