Il pesce di lago entra nel menù delle scuole di Magione

Il pesce di lago entra nel menù delle scuole di Magione

La proposta, fatta dall’assessorato alle politiche socio-educative del Comune alla CIR, era stata rilanciata dal segretario della cooperativa pescatori del Trasimeno, Marcello Zoppitelli in occasione della recente assemblea pubblica tenutasi nella frazione lacustre. Proposta che ha trovato tutta l’amministrazione comunale d’accordo e, nel giro di poche settimane, il pesce di lago ha fatto il suo ingresso nel menù del Circolo didattico di Magione.

«La prima prova di un menù a base di pesce di lago – spiega Walter Sembolini, amministratore delegato della cooperativa pescatori del Trasimeno e membro del consiglio nazionale di presidenza della pesca in Italia – è stato fatto circa quindici giorni fa alla presenza dell’assessore alle politiche scolastiche, Eleonora Maghini, della responsabile dei servizi sociali, Giuseppina Marcantoni, del responsabile della CIR, della presidente della commissione mensa dei genitori, e del rappresentante della Cooperativa. Per il menù sono stati scelti i filetti di pesce persico da servire in sugo per la pasta e le gocce del Trasimeno, palline di filetto di carassio e tinca cotte con un sughino di pomodoro.

Dopo questo incontro si è formalizzata la fornitura di pesce per la scuola. Abbiamo servito il menù a base di pesce per la prima volta nei giorni scorsi per valutare l’indice di gradimento dei bambini ma, essendo a fine anno scolastico, questi entreranno definitivamente nel menù scolastico l’anno prossimo.» «Il pesce di lago – spiega Sembolini – non essendo di allevamento ma di cattura non assimila grassi e metalli ed è ricco di omega 3 elemento di grande importanza in fase di crescita.» Il servizio mensa,che ogni giorno prevede la preparazione di circa 850 pasti, ha un costo annuo di 660mila € di cui il 20% è coperto dall’amministrazione.

Il costo a pasto è di 4,85 € (4,15 scuola d’infanzia,4,40 s. primaria e media) in questo periodo sono state apportate varie modifiche al menù valutate con la collaborazione del comitato mensa, al fine di aumentare il gradimento dei pasti serviti, salvaguardandone ovviamente il valore nutrizionale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*