Paciano, Mille e una Umbria, il mix gastronomia e arte muove centinaia di visitatori

Successo per la nuova formula della manifestazione itinerante

 
Chiama o scrivi in redazione


Paciano, Mille e una Umbria, il mix gastronomia e arte muove centinaia di visitatori

Paciano, Mille e una Umbria, il mix gastronomia e arte muove centinaia di visitatori

PACIANO – Il rinvio di una settimana e il meteo sfavorevole fino a poche ore prima non ha scoraggiato gli appassionati di “Mille & una Umbria”. La diciottesima edizione della manifestazione pacianese non ha deluso le aspettative e va in archivio con grande soddisfazione per gli organizzatori.

© Protetto da Copyright DMCA

Nella giornata di domenica scorsa il piccolo borgo del Trasimeno è stato visitato da diverse centinaia di turisti, richiamati non solo dalle ottime proposte gastronomiche, ma anche dall’offerta culturale. Organizzata dalla Proloco del paese, “Mille & una Umbria” quest’anno si è infatti rinnovata e ha proposto una serie di intrattenimenti diversi con artisti di strada, musica popolare, artigianato, folklore, ed esposizioni. A cucire il tutto come al solito la gastronomia con una serie di piatti, dall’antipasto al dolce, che potevano essere consumati sedendosi ai tavoli apparecchiati lungo i vicoli del paese.

Ribattezzato “ItinerArte” il tradizionale pranzo itinerante ha dato infatti modo ai visitatori di scegliere in totale libertà cosa vedere e gustare tra vicoli, piazzette ed il palco centrale di Piazza della Repubblica, con la possibilità di costruirsi un proprio suggestivo ed accattivante percorso.

Fin dal mattino la musica ha risuonato all’interno del centro storico con l’alternarsi di vari musicisti come la Dixie Swing Street Band, Suspance, La Suzannah Behren’s Band, Freedom Pop&Funk, Esplorazioni Acustiche Trio. A fare da corollario al tutto l’artigianato, i mercatini per hobbisti e l’opera degli Infioratori di Paciano. Aperti per l’occasione i musei del borgo quali la Pinacoteca, il Museo Parrocchiale e naturalmente TrasiMemo all’interno di Palazzo Baldeschi con dimostrazioni della lavorazione artigianale del tessile e della ceramica e con performance di scultura. A chiudere la giornata il seminario con degustazione gratuita di vini a cura di ”Strada del vino del Trasimeno”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*