Campionato Italiano Giovanile Duathlon, FITRI sceglie l’Umbria

Campionato Italiano Giovanile Duathlon, FITRI sceglie l'Umbria. Lo sport come volano per promuovere il territorio e le sue tradizioni 

Campionato Italiano Giovanile Duathlon, FITRI sceglie l’Umbria

Non poteva andare meglio di così per veicolare l’immagine della Regione dell’Umbria a livello nazionale:  riuscire ad ospitare, sabato 9 e domenica 10 aprile,  lo svolgimento delle gare valevoli per il Campionato Italiano Giovanile di Duathlon in Umbria.

di Francesco Gori

La società Triathlon Trasimeno ASD è riuscita ad accreditarsi come organizzatrice di questo importante evento sportivo che vedrà la partecipazione di oltre millecinquecento atleti provenienti da tutte le regioni italiane.  “  Siamo soddisfati di avere raggiunto questo obiettivo – commenta il presidente della Triathlon Trasimeno  Federico Santucci – non è stato facile riuscire a superare gli ostacoli , gli imprevisti e le proposte di altre società del centro Italia ma siamo riusciti  a portare nella nostra regione una manifestazione di grande rilevanza e che vedrà la partecipazione di tanti giovani di età compresa tra i 6 e i 19 anni che si fronteggeranno in varie distanze nelle tre frazioni che caratterizzano questa disciplina con corsa/bici/corsa, suddivisi in categorie per età e genere”.

A dare la svolta alla scelta della Federazione Italiana Triathlon  (FITRI) di accreditare la società umbra è stato soprattutto l’aspetto logistico nella proposta della location dove far svolgere le gare : l’autodromo di Magione.  “ Il punto di forza – aggiunge Federico Santucci –  rispetto alle altre proposte è stato il principio di sicurezza , logistica e accessibilità viaria per raggiungere l’autodromo di Magione”.

Dopo il successo dell’analoga competizione sportiva organizzata nel 2015 a Pian di Massiano, a distanza di anni, la società sportiva umbra è riuscita a riportare alla ribalta l’Umbria con un’altra edizione del campionato italiano. “Il nostro intento – sottolinea Santucci – è quello di dare vita, con la due giorni di festa, a momenti di aggregazione dove lo sport farà da collante al sociale e sarà anche veicolo di promozione delle tradizioni culturali, delle ricchezze del territorio e delle eccellenze Eno-gastronomiche umbre al fine di dare lustro alle tipicità di cui la nostra regione può pregiarsi”.

Ora l’organizzazione si dedicherà a lavorare con sinergia con gli imprenditori del territorio, aziende e partner, grazie ai quali si potranno allestire stand o spazi e servizi così da arricchire di proposte tutta l’ampia area dell’autodromo.  “ Proprio perchè lo sport incarna valori di rispetto, fratellanza e solidarietà nei confronti dei soggetti deboli – conclude il presidente Santucci – è nostro dovere predisporre ampi spazi da dedicare ad enti benefici e di volontariato”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*