Città della Pieve, nuova scuola e nuovo indirizzo, doppia inaugurazione

“I nostri ragazzi il bene più prezioso”

Città della Pieve, nuova scuola e nuovo indirizzo, doppia inaugurazione CITTA’ DELLA PIEVE – Le note dell’inno di Mameli suonato dai ragazzi del liceo musicale Italo Calvino ad accompagnare l’alzabandiera dei carabinieri in piazza Unità d’Italia. Un momento suggestivo che ha dato inizio ad un giorno importante per Città della Pieve. Questa mattina si è tenuta la doppia inaugurazione del nuovo edificio della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto “P. Vannucci” e dell’indirizzo musicale del Liceo “I. Calvino”. Una giornata importante, in un clima di soddisfazione ma con il pensiero vicino alle popolazioni colpite dal sisma e a quanti, vigili del fuoco, protezione civile e forze dell’ordine tutte, sono impegnati in un lavoro durissimo e prezioso.

La stessa presidente della Regione Catiuscia Marini che da mesi aveva annunciato la sua presenza, a causa dell’emergenza non ha potuto essere presente annunciando comunque la sua intenzione di far visita appena possibile alla Città del Perugino.

“Oggi è un giorno veramente importante per la nostra comunità – ha spiegato il sindaco Fausto Scricciolo a margine dell’evento -. Con la scuola, elemento cardine del nostro mandato amministrativo, abbiamo inaugurato un nuovo edificio per la scuola secondaria di primo grado ed un nuovo indirizzo per il liceo. Questi due grandi progetti valorizzano Città della Pieve e ne fanno uno dei centri di riferimento di tutto il territorio. Sulla scuola abbiamo investito tanto, ci abbiamo creduto molto, abbiamo fatto un certosino lavoro di squadra con la Regione, con il mondo della scuola, con il Conservatorio, con i progettisti.

Tutto per vedere oggi i nostri ragazzi da un lato entrare in una scuola sicura e moderna, e dall’altro vederli sul palco, tre diversi percorsi scolastici tutti collegati dall’interesse musicale. Vederli esibirsi insieme, i ragazzi delle medie ad indirizzo musicale, i 22 del liceo musicale e gli allievi del conservatorio, è la realizzazione di quello che avevamo come sogno. Continuiamo ad andare avanti, noi non ci fermiamo e su questa strada vogliamo continuare a costruire un futuro per i nostri ragazzi qui a Città della Pieve”.

L’assessore Bartolini ha parlato di Città della Pieve come di un territorio che ha saputo anticipare i tempi in tema di edilizia e sicurezza scolastica, “vedere oggi inaugurare una nuova scuola, provvista di tutti i criteri di sicurezza, in un momento in cui purtroppo questo tema viene affrontato in fase emergenziale, ci fa capire quanto sia stato lungimirante investire qui sulla scuola, sia in termini di strutture che di offerta formativa. Una iniziativa molto importante è quella del liceo musicale, idea a cui il Comune e la la comunità hanno tenuto molto ma alla quale anche noi come Regione e la Provincia, abbiamo creduto fin dal primo momento. Una scuola media di eccellenza, con uno degli edifici più all’avanguardia in tutto il panorama, che deve essere un vanto ed un orgoglio per questa città”.

La mattinata si è svolta con una visita alla scuola, alle aule, ed in particolare a quella di primo soccorso donata all’istituto dall’associazione Alice e da Franco Pilato. Ambienti sicuri, realizzati nel pieno rispetto di tutte le più aggiornate normative antisismiche, come spiegato dal progettista e dalla dirigente scolastica Maria Caligiuri che si è detta “emozionata per questo evento e grata a tutti coloro che hanno lavorato per rendere ancora più ricca l’offerta formativa di Città della Pieve”.

Poi nella sala di Sant’Agostino si è tenuto il concerto dei ragazzi dell’indirizzo musicale del Vannucci e della nuova classe del Liceo Musicale Calvino; con loro anche tre talentuosi violinisti del Conservatorio di Perugia, che con il Calvino ha sottoscritto una convenzione grazie al lavoro della ex dirigente scolastica Rita Albani e dell’attuale Maria Luongo. “Ci sono molti ringraziamenti da fare in queste circostanze – ha concluso il sindaco Scricciolo nel suo discorso ufficiale – ma il grazie più importante è ai nostri ragazzi. Agli alunni, che sono il bene più prezioso”.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*