Bimba di cinque anni accoltellata dal padre: seconda operazione per evitare gravi danni

Bimba di cinque anni accoltellata dal padre: seconda operazione per evitare gravi danni

Bimba di cinque anni accoltellata dal padre: seconda operazione per evitare gravi danni

Una bambina di cinque anni è stata sottoposta a una seconda operazione chirurgica nel tentativo di limitare i danni causati dalle coltellate inferte dal padre. L’uomo, un 34enne marocchino, ha aggredito la figlia e la madre durante la notte tra giovedì e venerdì, in un atto di violenza dettato da uno stato mentale chiaramente instabile e da una gelosia ossessiva. Ascrivere questo è il Messaggero dell’Umbria in un articolo a firma di Michele Milletti.

La bambina, mentre si trovava tra le braccia della madre, è stata colpita da tre fendenti, uno dei quali ha reciso il tendine del polpaccio. Gli immediati interventi medici al Santa Maria della Misericordia sono stati cruciali per stabilizzare la situazione critica della piccola, che ha subito una prima operazione urgente per fermare l’abbondante perdita di sangue. Nonostante sia fuori pericolo di vita, il rischio di danni permanenti alla gamba rimane elevato.

Il padre della bambina, è stato arrestato dai carabinieri di Tuoro sul Trasimeno alle prime ore di venerdì mattina, dopo aver tentato una breve fuga a piedi. Attualmente, si trova rinchiuso nel carcere di Capanne, dopo essere stato interrogato dal sostituto procuratore Gemma Miliani.

La madre della bambina, anch’essa 34enne e di origine marocchina, ha subito oltre dieci coltellate durante la violenta lite scatenata dall’ex compagno. Le ferite al torace e all’addome hanno richiesto un intervento chirurgico d’urgenza. Dopo essere stata in condizioni critiche per tutta la giornata di venerdì, la donna ha mostrato segnali di miglioramento, aprendo gli occhi e rispondendo positivamente alle cure mediche. La lite è stata provocata dalla non accettazione da parte dell’uomo della fine della relazione e dalla gelosia verso la nuova vita che la donna stava cercando di costruire.

Nei prossimi giorni, entrambe le vittime potrebbero essere sottoposte a visite medico-legali per valutare ulteriormente le loro condizioni e le possibili conseguenze delle ferite riportate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*