Le Misericordie festeggiano la loro consorella

 
Chiama o scrivi in redazione


La festa per i 25 anni della Misericordia, conclusasi domenica con una grande sfilata che ha visto la partecipazione dei mezzi delle Misericordie provenienti da Toscana: Piancastagnaio, sansepolcro, Camucia, Sinalunga, Stia, e Umbria: Castiglione del Lago, Fossato di Vico, Montegabbione, Assisi, Fabro, Perugia-Olmo, Città della Pieve, Collazzone, Marsciano, San Venanzo, Gualdo Tadino, Tavernelle Valnestore.

Hanno partecipato alla tre giorni, in cui ai momenti di festa si sono alternate prove di soccorso che hanno coinvolto i volontari e le unità cinolfile: dell'”OVUS” di Corciano ed il “CISOM”, nella giornata di sabato. Alla tre giorni hanno partecipato anche: la protezione civile di Umbertide, l’Ovus Corciano e la Croce Rossa italiana delegazione di Corciano. Per la Regione dell’Umbria erano presenti Sandro Costantini e Paolo Mancinelli. Per i Vigili del Fuoco di Perugia, Maurizio Fattorini. Le AVIS di Magione, Agello, Sant’Arcangelo e San Feliciano.

Il momento delle testimonianze è iniziato con la lettura di una lettera inviata dal sindaco di San Felice sul Panaro, Alberto Silvestri, che ha ringraziato i volontari per l’aiuto dato alla cittadinanza in occasione del terremoto del 2012. Hanno quindi dato il loro saluto, e ringraziamento, il sindaco di San Giustino, Paolo Fratini, paese che ha visto l’intervento della Misericordia in occasione della violenta tromba d’aria del 2014; e l’ex-sindaco di Serravalle in Chienti, anche questo luogo colpito nel 1997 dal terremoto, Venanzo Roncchetti. Della collaborazione con l’Asl ha parlato il direttore del centro di salute di Magione Giorgio Fuso . Ilaria Capolsini, del centro di oncoematologia pediatrica di Perugia ha ricordato il dono fatto al reparto che ha consentito di rendere più agevoli le terapie dei piccoli pazienti. Maurizio Oliviero, professore ordinario di Diritto Pubblico comparato presso l’Università degli Studi di Perugia ha elogiato l’importante lavoro dei volontari auspicando un maggior rapporto tra la fraternita e l’università.

Gli ex sindaci di Magione, Bruno Ceppitelli e Massimo Alunni Proietti, hanno ricordato il rapporto con le amministrazioni che si sono succedute nel tempo. Alessandro Severi ex dirigente della protezione civile regionale ha ricordato il volontario Pasquale Antolini deceduto durante un servizio ed elogiato la grande capacità dei volontari nel coinvolgere cittadini di tutte le età nelle iniziative organizzate.

Dante le associazioni e gli enti del territorio che si sono impegnate per la riuscita della festa: la proloco di Magione, l’associazione Vivi Il paese di Villa, l’Unitre di Magione, Centro d’Iniziativa Sociale per Anziani, Laboratorio Magione, Circolo culturale Raffaele Marchesi, asilo nido Giuseppe Danzetta, Aido e Admo, associazione Bersaglieri, Caritas, Società operaia di Mutuo soccorso, Filarmonica G.Biancalana, Banda Agello, Carabinieri in congedo. Per le Forze dell’Ordine il Comando dei carabinieri di Magione e la Polizia municipale. Il governatore della Misericordia, Roberto Dolciami, ha ricordato i soci fondatori: Sergio Brozzi, precedente governatore, Giampaolo Ragni, Marcello Dispensa, Oscar Carlani, Fernando Sorci, Silvano Egisti, Alfredo Soldati, Fabrizio Alunni, Sante Cacchiata e Simone Dellamassa e ringraziato la parrocchia di Magione con il suo parroco e correttore della Fraternita: don Stefano Orsini e l’amministrazione comunale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*