Respinta la mozione della Lega sul presepe come tradizione cristiana

 
Chiama o scrivi in redazione


Respinta la mozione della Lega sul presepe come tradizione cristiana

Respinta la mozione della Lega sul presepe come tradizione cristiana

Respinta la mozione Della Lega sul presepe come tradizione cristiana. Il giorno 27 dicembre u.s., si è discussa in Consiglio Comunale di Castiglione del Lago la mozione presentata dal gruppo Lega in merito al mantenimento delle tradizioni natalizie, relative al presepe come manifestazione concreta di Fede Cristiana e vero momento di adesione alle tradizioni della civiltà Europea, come d’altronde ribadito più volte dal nostro Papa Francesco.

Considerato che il presepe non costituisce la negazione della laicità dello Stato, ma la manifestazione ideale di continuità tra generazioni che hanno costruito la civiltà e la tradizione europea, unitamente alla necessità di preservare anche così la cultura nelle nuove generazioni, sempre più esposte ai miti dell’individualismo, del consumismo e del materialismo, che minano il senso di appartenenza ad una comunità nazionale e comunale, principio e fulcro della continuità istituzionale dello Stato.

Nell’ambito dell’acceso dibattito che ha portato al respingimento da parte della maggioranza nella sua unanimità, il Sindaco Matteo Burico a capo della stessa, ha rimarcato l’assoluto convincimento della laicità della sua funzione, distinguendola da quella della sua sfera privata. Come è emerso dal dibattito il gruppo Lega ha evidenziato l’ambiguità di tale affermazione, evidenziando come lo stesso Sindaco si sia presentato dal Papa non da privato cittadino, ma vestendo la fascia tricolore. Non si capisce il motivo per cui un Sindaco, così laico da respingere una mozione sulla natività, non perda occasione per presentarsi a funzioni religiose vestendo la fascia tricolore.

Quindi, non è comprensibile il motivo e la necessità per cui, un Sindaco assolutamente laico, vestendo il tricolore, si rechi dal Santo Padre, pur non riconoscendogli il Santo Magistero, visto che è lo stesso Papa a chiedere ripetutamente di implementare e preservare la cultura ed il significato del Presepe, pertanto, se viene riconosciuta l’autorità del Santo Padre tanto da fargli visita istituzionale, sembrerebbe coerente osservarne i buoni insegnamenti, altrimenti se si è laici, lo si deve essere fino in fondo e se si vuole andare in udienza ci si va da privati fedeli osservanti e non in veste istituzionale, accompagnati da sacerdoti.

Si chiede e si pretende, coerenza ed unicità di intenti, pertanto, se il Sindaco di Castiglione del Lago, nella sua veste istituzionale, con il voto di ieri sera ha preso una posizione di laicità assoluta, come da lui dichiarato, non vorremmo vederlo più in atteggiamenti e luoghi che richiamino sentimenti religiosi alcuni, indossando la fascia tricolore. Infatti, sta proprio qui la coerenza delle scelte, che chiediamo da adesso in poi chiare e distinte, scelte che sicuramente saranno da tutti apprezzate, per il loro coraggio e l’inequivoca scelta di campo. I Consiglieri Lega per Salvini Lorenzo Nardelli Paolo Terrosi.

I Consiglieri Lega per Salvini
Lorenzo Nardelli
Paolo Terrosi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*