A Magione le associazioni al lavoro per le prime iniziative del Natale

A Magione le associazioni al lavoro per le prime iniziative del Natale

A Magione le associazioni al lavoro per le prime iniziative del Natale
Il grande presepe di Sante Cacchiata apre le tante iniziative organizzate da proloco e associazioni 

L’allestimento del grande presepe meccanizzato, realizzato da Sante Cacchiata nel locale adiacente la chiesa parrocchiale San Giovanni Battista, apre il Natale magionese caratterizzato, anche quest’anno, da tante iniziative promosse da proloco e associazioni del territorio. Un calendario ricco di eventi che vede al centro di tutti il desiderio di far conoscere le tradizioni locali unite alle caratteristiche dei singoli luoghi.

Il presepe, grande tradizione della cultura dell’Umbria, anche legata al primo presepe vivente realizzato proprio qui da san Francesco,  è al centro di molte iniziative che vanno dal concorso promosso dalla proloco di Magione al presepe vivente nel borgo di Antria realizzato dalla proloco Vivi il paese. Torna anche il presepe allestito con figure a grandezza naturale in piazza Carpine, nel centro storico di Magione. Nella frazione di Soccorso, domenica 13 dicembre, stand gastronomici e mercatino natalizio dalle ore 10 organizzato dal locale circolo ricreativo. Alle 14 laboratorio di addobbi natalizi e serata all’insegna del divertimento con i 7Cervelli.

Festa il 14 dicembre, a San Feliciano, per San Spiridione, patrono dei pescatori, con tradizionale processione e benedizione del lago preceduta dalla Santa Messa officiata dal cardinale Gualtiero Bassetti accompagnata dalla corale “I cantori di Perugia” diretta dal maestro Wladimiro Vagnetti. Seguirà la presentazione del volume “Pescatori del Trasimeno: storie di vita, di pesca e di lavoro”.

Natale all’insegna dell’ambiente con il concorso fotografico “Sviste Paesaggistiche” promosso dalla proloco di San Feliciano e dal Comitato di volontariato “Contro l’antenna di telefonia mobile, per lo sviluppo sostenibile di San Feliciano, a tutela del paesaggio, dell’ambiente e della salute degli abitanti”. Il concorso invita a raccontare, attraverso immagini, i grandi o piccoli interventi dell’uomo che possono aver danneggiato il paesaggio.

Un Natale che per Magione è da sempre sinonimo di solidarietà come dimostrano i tanti eventi in programma. Successo per la tombolata in dialetto perugino, allietata da Gianfranco Zampetti e Sandro Allegrini, organizzata il girono della Madonna da Arci e Società operaia in collaborazione con Avis Magione, Cisa e Ama, associazione per la lotta contro il cancro cui è andato il ricavato della serata. Prossimo appuntamento con la beneficenza al teatro Mengoni con la serata organizzata da Laboratorio Magione domenica 20 dicembre, ore 21. In scena la compagnia “Teatro Paradiso” con spettacolo “Come un errore può cambiare la vita”. Il ricavato della serata sarà devoluto alla onlus “Avanti tutta”.

Presto il calendario con tutte le attività che si terranno nel centro storico del capoluogo, in cui sono state accese le tradizionali illuminazioni e fatti, anche con la collaborazione delle attività del posto, le decorazioni lungo le vie del paese e nelle diverse frazioni del territorio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*